Privacy Policy
Home > BENESSERE > Pasquetta all’aria aperta

Dai picnic alle gite fuori porta ecco qualche consiglio per mete green

 

La gita fuori porta a Pasquetta è una delle tradizioni cui siamo tutti affezionati. Segna ufficialmente l’inizio delle giornate passate all’aperto ed è una buona opportunità per organizzare un picnic che sia anche rispettoso dell’ambiente.

Scegliere un luogo eco-friendly. Per evitare di inquinare, l’ideale è spostarsi in bici, in treno o con i mezzi pubblici.
Il menù deve prevedere pasto leggero: privilegiare verdura, legumi e frutta, ma più in generale porre attenzione alla provenienza degli alimenti. La tentazione di usare stoviglie usa e getta è sempre molto forte ma, se davvero vogliamo organizzare un picnic a zero impatto ambientale, dobbiamo invece sforzarci di trovare soluzioni alternative. La migliore è ovviamente usare piatti, bicchieri e posate normali, che possono poi essere riportati a casa e lavati. Ma se diventa complicato, si possono cercare le stoviglie realizzate in materiali riciclati, dalla plastica alla carta, che possono essere riutilizzate oppure cestinate nella raccolta differenziata. Anche la tovaglia può essere utilizzata in tessuto oppure acquistata in carta riciclata.
Per ridurre al minimo la produzione di spazzatura portare con sé stoviglie non usa e getta, confezionare il cibo in contenitori lavabili e riutilizzabili, ridurre al minimo i sacchetti di plastica sostituendoli con sacchi di tela.

Se invece vogliamo fare qualche giorno lontano da casa il sito www.ambientebio.it ci consiglia 5 mete green da prendere in considerazione.

Piscine naturali in Lazio

Le pozze del Bullicame a Viterbo sono delle piscine naturali di acqua termale, presenti in aperta campagna. L’affioramento principale di acqua termale bollente del Bullicame è situato in un laghetto formato da un profondo cratere naturale e protetto da una struttura trasparente

Sul Gargano

In Puglia è presente uno dei Parchi Naturali più grandi d’Italia, un luogo incantevole, dove i boschi si uniscono all’azzurro del mare. Il luogo adatto dove fare trekking nella natura, dove è presente una ricca flora e fauna, che proprio in questo periodo si sta risvegliando. I sentieri sono diversi e molto suggestivi per la bellezza dei luoghi.

Antico borgo in Liguria

L’ecovillaggio medioevale di Torri Superiore è un centro abitato pensato a misura d’uomo e in perfetta armonia con l’ambiente circostante. È un borgo precedentemente abbandonato che è stato recuperato agli inizi degli anni ’90, attraverso un percorso di riqualificazione in linea con i principi di sostenibilità. Sono stati così mantenuti i caratteri medievali delle strutture, anche attraverso l’uso di materiali naturali ed eco-compatibili, il rispetto dei principi della bioedilizia e interventi strutturali in armonia con l’ambiente.

Alto Adige

Per chi ama la natura e il bio, nell’Alto Adige sono presenti i masi. I masi sono delle abitazioni rurali tipiche di queste zone. Delle autentiche fattorie, in cui sono presenti delle soluzioni abitative per singoli o per famiglie. Un soggiorno che può essere pensato ad hoc per amanti delle escursioni, della bici, dei cavalli. I prodotti offerti, poi, sono tutti provenienti direttamente dagli orti e allevamenti presenti in zona.

Umbria in bici

Se amate la bike, non potete avere dubbi su dove andare a Pasquetta: girare alla scoperta dei tesori umbri in bicicletta. Spello, Foligno, Spoleto, sono diversi gli itinerari in mezzo alla natura che possono essere percorsi su due ruote, attraversando suggestivi paesaggi, nel cuore del verde.