Privacy Policy
Home > BENESSERE > Il lavoro di prendersi cura di sé

Il lavoro di prendersi cura di sé

Un po’ come prendersi cura di una casa: per mantenerla viva bisogna curarla, pulirla, insomma fare anche fatica

Gli antichi ci insegnano che il corpo è il Tempio della nostra Anima. Dicevano “mens sana in corpore sano”.
Ora prendersi cura di questo Tempio è possibile in vari modi: facendo attività fisica, attraverso un’alimentazione sana, con trattamenti per il benessere, ma anche lavorando su un piano più sottile di consapevolezza, esprimendo la propria creatività.
Il mio invito è a prenderti il tempo per te.
Prendersi cura di sé, però, non è sempre un viaggio idilliaco. A volte può essere faticoso, può portarci a ricontattare il dolore di vecchi traumi memorizzati nelle nostre cellule e che, a distanza di tempo, continuano a influenzare la nostra vita. A volte è un po’ come immergersi nel purgatorio o inferno Dantesco, ma ciò non deve spaventare, perché non si è soli. Per poter trasformare un’energia stagnante bisogna prima di tutto diventarne consapevoli, bisogna prendersi il giusto tempo per conoscerla, osservarla, accettarla e, infine, trasformarla.
Per rilasciare queste energie stagnanti ti invito a concediti, ogni giorno, un momento per fermarti, non fare niente, respirare e non correre.
Concediti il lusso di osservare dove sei, cosa succede intorno a te, chi sei. Chiediti cosa ti fa stare bene, cosa ti rende felice. Ora che viene il caldo, prenditi il tempo di andare in mezzo al verde della natura.
Se non hai la possibilità di andare in un bosco in montagna, o in riva al mare, cerca un parco vicino a casa tua, andrà benissimo. Appoggia i tuoi piedi nudi sulla terra, non ti preoccupare se si sporcano, non ci pensare. Lascia che possano scaricare tutte le pesantezze a Madre Terra e poi nutriti, come una pianta, della sua energia. Godi delle sensazioni che questo contatto ti trasmette. Sdraiati a terra, ascolta il canto degli uccelli, il ronzio delle api o il fruscio del vento. Fermati a contemplare un fiore, ad assaporarne i profumi, o abbraccia un albero. Osserva come tutto ciò ti porta dentro di te, come è piacevole scoprire di essere una cellula vivente di un organismo più grande che è la Madre Terra.
Quando questo non dovesse bastare, hai anche la possibilità di affidarti alle mani esperte di un terapeuta che possa guidarti. In questo modo potrai sperimentare un caldo abbraccio in cui non sentirsi più soli o, attraverso cui, sentirsi ascoltati e compresi. E’ in questo modo, attraverso l’ascolto e la possibilità di relazionarti in maniera armonica con l’esterno che potrai nuovamente gioire, recuperare le tue forze e affrontare il mondo in modo diverso. E’ importante ricordarsi, quando tutto sembra difficile, che non siamo soli a rivivere ciò che ci fa male, che abbiamo la possibilità di chiedere aiuto e avvalerci di una guida e sostegno. Prendersi cura di sé è un po’ come prendersi cura di una casa: per mantenerla viva bisogna curarla, pulirla, insomma fare anche fatica… ma solo così potremo, dopo, godere a pieno della sua bellezza.
Io propongo trattamenti Cranio-Sacrali, massaggi sonori o consulenze sciamaniche per prendersi cura di questo tempio che sei tu. Se vuoi saperne di più, ti invito a visitare il mio sito www.alkimiesonore.it o a contattarmi.