Privacy Policy
Home > ANIMALI > Guardie zoofile Oipa: gli angeli blu

Guardie zoofile Oipa: gli angeli blu

Ogni vita ha un valore inestimabile, per l’associazione internazionale, nessun animale è invisibile

L’Oipa (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) è stata fondata nel 1981 a Lugano ed è la prima confederazione internazionale di associazioni animaliste e protezioniste. E’ presente sui 5 continenti con oltre 200 leghe membro sparse in 61 nazioni. In Italia è attiva con 150 sezioni locali e oltre 60 nuclei di guardie zoofile distribuiti su tutto il territorio italiano.
A Modena è presente un nucleo di 15 Guardie ecozoofile coordinate da Sara Ferrarini e una fitta rete di volontari coordinati da Francesca Leonardi.
L’importante ruolo delle guardie ecozoofile permette una vigilanza costante che favorisce il rispetto delle Leggi, dei Regolamenti locali, nazionali ed internazionali in difesa degli animali, della fauna selvatica, dell’ambiente e del patrimonio naturale.
Oltre a intervenire in caso di maltrattamento di animali, le guardie ecozoofile OIPA Modena svolgono anche un importante ruolo preventivo, informando i cittadini riguardo alle norme vigenti in termini di benessere animale e sensibilizzando su tematiche protezioniste.
“Per salvare delle vite devi essere presente e attivo, devi conoscere punti di forza e punti deboli del territorio nel quale operi – spiega Sara – devi avvalerti di un network di volontari ed esperti che, collaborando, possano aiutarti a portare a compimento quel salvataggio. La presenza capillare sul territorio ha permesso di arrivare dove la voce dei più deboli non è ascoltata, distribuendo cibo a rifugi, canili e gattili in tutta Italia, ma anche intervenendo in occasione di gravi catastrofi naturali come terremoti ed alluvioni”.
“Ci impegniamo quotidianamente per organizzare raccolte fondi e cibo per animali, eventi, conferenze, convegni e dibattiti sulle tematiche animaliste. Gli ultimi tre decenni hanno visto l’OIPA impegnata in molteplici battaglie per perseguire i suoi obiettivi principali: l’abolizione della vivisezione nei vari paesi del mondo e la difesa degli animali da qualsiasi forma di maltrattamento, oltre che la diffusione di una corretta cultura di rispetto per tutte le specie animali”.
“Se hai visto una situazione di maltrattamento o mancato benessere ai danni di un animale a Modena o provincia – continua Sara – inviaci una segnalazione specificando il luogo dove è avvenuto il fatto (città, via e numero civico), animali coinvolti, descrizione di quanto accaduto e qualsiasi altra informazione utile ai fini del sopralluogo. Viene sempre tutelata la privacy del segnalante e non ne viene mai comunicata l’identità”.
Grazie al monitoraggio costante delle guardie ecozoofile, l’OIPA Modena è intervenuta, solo nell’ultimo anno, in quasi 200 casi di maltrattamento.