Privacy Policy
Home > A TAVOLA > Ricette > “Gnudi” di ricotta ed ortica al forno con ragù finto

“Gnudi” di ricotta ed ortica al forno con ragù finto

gnudi di ricotta e ortica al forno

Una ricetta della chef Alessia Morabito

Il termine “gnudo” in Toscana, significa nudo, non vestito.
In gastronomia indica una specie di gnocco, dall’impasto molto simile al ripieno dei ravioli.

Dosi per 4 persone:
100 gr ortica lessata e strizzata
500 gr ricotta di mucca di ottima qualità
50gr parmigiano 24mesi grattugiato
50gr pangrattato
1 uovo

Dosi per il finto ragù:
150gr sedano rapa pulito
150 gr carota
150 gr porro
poco prezzemolo
150ml vino bianco profumato
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
olio, sale, pepe bianco

Dosi per la finitura:
100gr parmigiano 24 mesi grattugiato
qualche fiocchetto di burro

Preparazione:
Tritare finemente l’ortica precedentemente lessata e strizzata, amalgamarla bene con gli altri ingredienti e riporre, almeno un ora, in frigorifero, ben coperto.

Nel frattempo tritare il porro e il prezzemolo e tagliare le altre verdure a dadini di circa mezzo centimetro.
In un tegame, scaldare 4 cucchiai d’olio, soffriggere porro e prezzemolo, aggiungere le altre verdure e farle appassire leggermente.
Sfumare col vino bianco.
aggiungere il concentrato, mescolare bene e, quando riprende lo sfrigolio, allungare con acqua tiepida e portare a cottura.
Aggiustare di sale e pepe. Quando la carota risulterà tenera e il sugo sul fondo sarà cremoso, il ragù sarà pronto.

Accendere il forno a 180gradi

Prendere dal frigo l’impasto. con l’aiuto di due cucchiai formate delle quenelle di circa 5o grammi ognuna (andranno bene anche delle polpette dello stesso peso) e posarle, in gruppi di tre,
su una teglia antiaderente o coperta da carta forno. spolverare col restante parmigiano, mettere qualche ciuffetto di burro e infornare per circa 10 minuti


 

Leggi anche: ‘Le erbe selvatiche: un modo da esplorare’