Privacy Policy
Home > Architettura sostenibile > Dal 16 al 20 novembre torna la Settimana della Bioarchitettura e della Domotica

Dal 16 al 20 novembre torna la Settimana della Bioarchitettura e della Domotica

L’edizione 2015 della rassegna dedicata alle soluzioni sostenibili per edilizia del futuro

Cinque giorni di seminari tecnici, workshop e convegni gratuiti targati Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile di Modena. Città Smart, progettazione green, nuovi protocolli CasaClima, Smart energy, architetture in legno: questo e molto altro alla Settimana della Bioarchitettura e della Domotica che si terrà dal 16 al 20 novembre, come sempre nell’innovativa Casa Ecologica di Modena.L’evento è promosso da Fondazione Cassa di Risparmio di Modena ed è patrocinato da più di 20 enti tra i quali il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Ad aprire la kermesse sarà quest’anno il convegno ‘Smart & green: città intelligenti e sostenibili” che, nel pomeriggio di lunedì 16, investigherà sull’eco-sostenibilità dello sviluppo urbano e sul miglioramento della pianificazione urbanistica e dei trasporti cercando un dibattito sullo stato dell’arte. Martedì 17 in mattinata si parlerà di strumenti per la corretta progettazione di edifici a energia quasi zero e delle opportunità che può offrire il mercato al settore delle costruzioni. Nel pomeriggio, invece, si parlerà di evoluzioni normative in materia di certificazione energetica regionale e della nuova figura di Esperto in Gestione dell’Energia, per concludere con il tema della contabilizzazione obbligatoria per condomini. La mattina di mercoledì 18, il focus sarà sulla progettazione multidisciplinare e sul Building Information Modeling applicato non solo alla nuova costruzione ma anche al recupero. Andrà in questa direzione la presentazione della riqualificazione della Certosa di Pavia, presentata dal Politecnico di Milano. “L’edilizia del futuro: rigenerare, riqualificare, riusare il costruito”: un tema di grande attualità quello su cui interverrà, nel pomeriggio di mercoledì, Wittfrida Mitterer, presidente della Fondazione Italiana per la Bioarchitettura e l’Antropizzazione. In quell’occasione sarà anche raccontata la suggestiva storia dell’Opificio Golinelli, casa-città alla periferia di Bologna la cui realizzazione ha strappato al degrado 9.000 mq delle ex fonderie Sabiem e predisposto uno spazio aperto ad accogliere iniziative per 150.000 persone l’anno. Mobilità sostenibile e social housing saranno invece al centro del seminario di giovedì 19 novembre dalle 9.30 che si chiuderà con la presentazione del progetto europeo save@work-UfficiS@lvaenergia che mira a coinvolgere edifici pubblici adibiti ad uso ufficio in una gara di risparmio energetico. Nel pomeriggio un seminario organizzato in collaborazione con l’Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima e il CasaClima Network Emilia-Romagna su “Futuro della qualità costruttiva: nuova direttiva, impiantistica innovativa e case history targati CasaClima”. Venerdì 20 novembre, giornata conclusiva della manifestazione, aprirà con la premiazione dei vincitori del ‘Premio Sostenibilità 2015’ che, a cadenza biennale, seleziona e valorizza, a livello nazionale, le buone pratiche del progettare e costruire green. Tra i 38 progetti partecipanti e provenienti da tutta Italia saranno premiati i vincitori per le categorie ‘Edilizia ex-novo’ e ‘Ristrutturazione/restauro’. Novità di questa edizione la menzione speciale ‘Green Industries’ rivolta al progetto che ha introdotto le soluzioni più innovative per l’edilizia produttiva. A chiudere la Settimana il convegno “Architettura in legno, architettura dei luoghi”, organizzato in collaborazione con EdicomEdzioni.
Le sessioni sono soggette all’attribuzione di crediti formativi da parte di Ordini e Collegi professionali, sono a ingresso libero e gratuito (è obbligatoria l’iscrizione dal sitohttp://www.settimanabioarchitetturaedomotica.it).