Privacy Policy
Home > Architettura sostenibile > Come si vive in Ecovillaggio Montale?

Una svolta rispetto alle case tradizionali. Per saperne di più diamo la parola a chi ci abita

Architetture eleganti, energie rinnovabili, risparmio energetico e confort. In una sola espressione: innovazione dell’abitare. Ecovillaggio Montale, ecoquartiere in provincia di Modena, è l’orgoglio dei suoi abitanti, famiglie e giovani coppie, soddisfatti di questa scelta immobiliare. Qui hanno conosciuto per la prima volta materiali sostenibili e preso consapevolezza che si può vivere meglio, spendere meno aiutando il pianeta. Chi abita in Ecovillaggio (quartiere a impatto zero) vive in modo positivo e ritiene sia un punto di svolta rispetto alle case tradizionali non più idonee all’attuale clima e livello di inquinamento.

“Prima di scoprire Ecovillaggio associavamo al concetto di ecosostenibilità la parola ‘rinuncia’ – spiega Cristina Decenti. Poi vivendo in una casa green ci siamo accorti che non rinunciavamo a nulla. In Ecovillaggio non c’è il gas metano e pensavamo sarebbe stato difficile cucinare. Niente affatto. Nel nostro appartamento non abbiamo nè caloriferi, nè termoarredi, eravamo pronti a coprirci di più. Vivendolo ci siamo dovuti ricredere in positivo grazie al riscaldamento (e raffrescamento) a pavimento che mantiene una temperatura interna di 22 gradi centigradi con pochissimo dispendio di energia”.

Una casa ecologica è la soluzione giusta anche per una giovane coppia. Questa è l’opinione di Matteo Tagliazucchi, dal 2014 residente in Ecovillaggio Montale: “io e mia moglie siamo rimasti colpiti dalla cura dei dettagli di queste palazzine che si rivelano altamente performanti dal punto di vista energetico e climatico.  Entrambi eravamo abituati a vivere in case tradizionali, quindi energivore e ritrovarsi in una palazzina in classe A4 (e Nzeb ndr) è qualcosa di unico che genera benessere tutto l’anno, in tutte le stagioni. Il vero punto di forza di questa nuova tipologia di case ecosostenibili è il micro-clima sempre presente in casa, da mattina a sera. Una sensazione piacevole con qualsiasi condizione climatica all’esterno. Alla luce di questi vantaggi e del notevole risparmio in bolletta, consigliamo ad un target giovane le proposte di Ecovillaggio Montale”.

Altro aspetto che piace agli abitanti di Ecovillaggio Montale è lo stile architettonico e “l’estetica” che accomuna gli edifici: “oltre all’eleganza – spiega Gabriele Morandi, un altro abitante – si gode la salubrità degli ambienti con il ricambio automatico dell’aria ed il deumidificatore, nonchè la percezione dell’uniformità di temperatura interna in ogni angolo della casa e vicino agli infissi. Gli spazi a verde comune sono ben organizzati, le utenze e le spese condominiali sono molto contenute”.

Abitare ecosostenibile è una scelta di vita che, lentamente, coinvolge e appassiona. È una questione di consapevolezza e responsabilità.  La scelta della casa, per chi deve acquistarla, diventa parte del progetto: ridurre il più possibile in nostro impatto sul Pianeta.

In Ecovillaggio Montale nulla è lasciato al caso e ogni elemento concorre alla creazione del comfort abitativo: dalla cromoterapia con la scelta dei colori pastello delle residenze e del verde colore dell’equilibrio, alla massima efficienza energetica degli appartamenti che sono certificati Nzeb (Nearly Zero Energy Building – edifici ad energia quasi zero) e non utilizzano gas, alla raccolta delle acque piovane da utilizzare nei momenti di siccità. Un elemento importante dell’ecoquartiere è la mobilità sostenibile, una viabilità lenta che ricalca le centurie romane per coniugare passato, presente e futuro con lo stimolo alla mobilità elettrica.

Per maggiori informazioni www.ecovillaggiomontale.it

You may also like
Abitare green… un progetto diventato realtà
L’università più bella? Il mondo