Privacy Policy
Home > Architettura sostenibile > Arreda casa con stile e strizzando l’occhio alla sostenibilità

Arreda casa con stile e strizzando l’occhio alla sostenibilità

Carton Project, il marchio di Imballaggi Cavicchioli per oggetti e arredi eco-compatibili

• Quando la materia prima con cui si lavora è riciclabile, rinnovabile e a basso impatto ambientale il punto di partenza è già buono. Quando poi all’aspetto ecologico si accompagnano idee originali, pratiche e pure belle, il prodotto finale non può che essere davvero soddisfacente.

sedia s appendiabiti albero

Nel 2013, la storica azienda di Carpi Imballaggi Cavicchioli, dal 1946 azienda leader nel settore degli imballaggi in cartone ondulato, sfruttando la propria esperienza e conoscenza nel settore del packaging, ha deciso di creare Carton Project, un nuovo marchio dedicato alla progettazione e realizzazione di oggetti e arredi eco-compatibili ed eco-sostenibili, interamente realizzati in carta e cartone riciclato e riciclabile.
“Per questa linea, il know-how che ci ha portato a ragionare su qualcosa di alternativo ma parallelo, viene dalla nostra azienda: utilizziamo la stessa materia prima, quindi materiali che derivano dalla carta, ovvero il cartone ondulato e a nido d’ape che si prestano a una produzione più creativa soprattutto per quanto riguarda l’oggettistica, spaziando per qualsiasi oggetto di design con particolare riferimento all’arredamento” spiega Riccardo Cavicchioli, uno dei soci di Imballaggi Cavicchioli, attualmente alla terza generazione al timone.
“Nel settore delle attrezzature fieristiche i nostri prodotti sono molto utilizzati perché rappresentano un arredo veloce e altamente personalizzabile per i vari stand quindi i nostri clienti sono sia le aziende che partecipano alle fiere sia il gestore dell’ente fiera. Oltre il comune cittadino, altri fruitori dei prodotti a marchio Carton Project sono i negozi e le aziende che rivendono i nostri prodotti ma anche coloro che attrezzano i negozi, come i vetrinisti. Tra le nostre proposte di arredo non c’è un pezzo più gettonato di altri – prosegue Riccardo – nel senso che tutti i nostri prodotti sono assolutamente personalizzabili”.

 

 

cartonproject2 comodinoIl prezzo varia dal tipo di materiale utilizzato che può essere il cartone a nido d’ape, molto usato perché essendo particolarmente spesso c’è bisogno di meno materiale per realizzare il prodotto finale che però è un po’ meno durevole, oppure c’è il cartone ondulato che si compone di tanti strati incollati e necessita di molta manodopera.
Librerie, mobili, sedute, tavoli e anche accessori per l’ufficio, lampade, cornici per foto, giochi, tutto rigorosamente in cartone, un prodotto sostenibile, riciclabile e in parte riusabile che ha un impatto ambientale minimo perché la filiera è molto corta e il costo complessivo per riciclare la carta è molto più basso rispetto quello che serve per riciclare altro materiale e se incenerita, ha un impatto ambientale decisamente minore rispetto ad esempio alla plastica.
“Questo è il primo valore che ci ha portato a lanciare questo marchio e ad esplorare sempre di più questo settore, premiando una filiera che ha molto a cuore quello che è il futuro di tutti. Il personale utilizzato per la linea Carton Project è quello già interno all’azienda, adeguatamente formato – precisa Cavicchioli – Ci serviamo di macchinari in parte automatizzati e il montaggio è completamente manuale. Ci occupiamo sempre internamente anche del design – conclude l’imprenditore – Riceviamo continuamente input e spunti interessanti su cui lavoriamo per produrre il design dei nostri prodotti, grazie a frequenti occasioni di contatto e confronto sia nelle fiere a cui partecipiamo che con collaboratori esterni e altri stakeholders come architetti che lavorano nel settore dell’arredamento”.

L.S.